MENU
Stacks Image 1578
Le forme del tempo.
Saggio su Italo Calvino
Milano, Guerini Studio, 1995.


L’autore delle Cosmicomiche e di Palomar è lo stesso che ha dato vita ai personaggi degli antenati, a quelli di Ultimo viene il corvo, allo scrutatore Amerigo Ormea: nessuna cesura, nessun passaggio segna il discrimine fra due esperienze letterarie apparentemente divergenti. Calvino depista il suo lettore, lo trascina con sé nel rovello della conoscenza.
Stacks Image 564
Eugenio Montale, Sandro Penna.
Lettere e minute
1932-1938

Milano, Archinto, 1995.


Sandro Penna conobbe Eugenio Montale a Firenze, nel novembre del 1932. I due poeti si rividero e si parlarono solo due altre volte, invece si scrissero a lungo. Nessuno oggi saprebbe della loro amicizia se Penna non avesse conservato le lettere di Montale e le proprie minute.
Stacks Image 574
Umberto Saba, Lettere a Sandro Penna 1929-1940
Milano, Archinto, 1997.


Sandro Penna, poco più che ventenne, spedì a Umberto Saba un piccolo fascio di poesie. Penna s’era firmato con uno pseudonimo e Saba, che rispose a giro di posta, ne seppe la vera identità solo tre anni dopo, incontrandolo a Roma. Dell’amicizia e dell’affetto che ne seguirono è dato finalmente conoscere gli umori e le verità grazie alle lettere che Saba scrisse al poeta perugino.
Stacks Image 569
Le regioni della poesia
Milano, Marcos y Marcos, 1996.


Questo libro è una mappa delle riviste che, in Italia, si sono occupate di poesia tra la fine degli anni Settanta e gli inizi degli anni Novanta ed è insieme un’indagine sul lavoro della nuova poesia nelle pubblicazioni periodiche.
Stacks Image 605
L’officina di Penna
Milano, Archinto, 1997.

Sono numerose e varie le carte ritrovate nella casa di Sandro Penna dopo la sua morte. Grazie a questo “archivio”, Roberto Deidier ha potuto studiare, con gli strumenti della filologia, il periodo che va dalla composizione delle prime poesie alla pubblicazione del primo libro penniano nel 1939.
Stacks Image 610
Stili della percezione.
Spazio, tempo, poesia
Milano, Marcos y Marcos, 1998.

In una prospettiva che procede da problemi di carattere teorico, verso l’analisi di esperienze poetiche individuali del Novecento, questo libro studia il rapporto tra espressione e storia secondo le categorie antropologiche dello spazio e soprattutto del tempo.
Stacks Image 615
Dall’alto, da lontano.
Scritture dell’adolescenza, della fiaba e dello scorcio nel Novecento italiano
Roma, Editori Riuniti, 2000.

Questo libro studia la particolare visione che accomuna i racconti di fanciulli o adolescenti, le fiabe, le scritture dello “scorcio”. Il mondo descritto in questi racconti, verosimile o fantastico,oltrepassa la superficie dell’ovvio, rivelando le sue contraddizioni e le sue inquietudini.

Stacks Image 618
La poesia.
Lettura e comprensione
Roma, Armando, 1998.

Il volume si offre come uno strumento aggiornato di conoscenza della poesia in generale e in particolare del pensiero novecentesco, in un quadro di spessore internazionale.
Stacks Image 649
La fondazione del moderno.
Percorsi della poesia occidentale
Roma, Carocci, 2001. Ristampa 2002 e 2014.

La parabola della modernità, dallo speciale osservatorio della poesia, non isolata in un’aura esclusivamente letteraria, ma indagata nel suo svolgersi e nel suo rapportarsi, anche criticamente, con la tradizione e con le trasformazioni del mondo contemporaneo.
Stacks Image 654
Giorgio Manganelli
La penombra mentale.
Interviste e conversazioni 1965-1990

Roma, Editori Riuniti, 2001.

Oltre a riflessioni sulla letteratura e sull’attività dello scrittore, Manganelli affronta temi di costume, di politica, di vita quotidiana, offrendo ogni volta intuizioni acute e spiazzanti.
Stacks Image 659
Segnali sul nulla.
Studi e testimonianze per Juan Rodolfo Wilcock
Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, 2002

Questa pubblicazione intende restituire a un interprete sofferente dell’età contemporanea una dimensione e una presenza sia nel contesto della letteratura sia in quello del dibattito intellettuale. La figura di Wilcock è qui riproposta nella sua completezza di narratore, poeta, drammaturgo e testimone.

Stacks Image 662
Sandro Penna
Il viaggiatore insonne
Genova, San Marco dei Giustiniani, 2002.

L’ultima raccolta di versi di Sandro Penna in edizione critica.
Stacks Image 693
Le forme del tempo.
Miti, fiabe, immagini di Italo Calvino
Palermo, Sellerio, 2004.

Mito e storia, fiaba e fantasia: tra questi due poli la scrittura di Italo Calvino trova la sua dimensione dialettica, ponendosi tra le esperienze narrative più dense e complesse del Novecento europeo.

Stacks Image 698
Giovanna Sicari
Poesie 1984-2003
Roma, Empirìa, 2006. Ristampa 2014.

La raccolta di tutte le poesie edite di Giovanna Sicari, una delle voci più intense della poesia italiana di fine Novecento. La sua poesia chiede di essere letta sotto il segno di un’energia incessantemente attiva, che scardina ogni possibile congegno narrativo.
Stacks Image 703
Da un luogo anteriore.
Poeti italiani del Novecento e oltre
Ancona, peQuod, 2008.

Nelle vicende della poesia italiana del tardo Novecento o dell’inizio del millennio si possono ritagliare percorsi, disegnare mappe più o meno obbiettive e convincenti, ma qualcosa verrà sempre a mancare, per svista, per incompletezza di informazioni o per scelta deliberata. Disegnare il presente della poesia è davvero un’impresa agonistica.
Stacks Image 706
Le parole nascoste.
Le carte ritrovate di Sandro Penna
Palermo, Sellerio, 2008.

In questo libro Roberto Deidier ha raccolto i suoi studi sulle carte ritrovate nella casa romana del poeta, delle quali per la prima volta viene pubblicato l’inventario: autografi di poesie, talora inedite; appunti di diario, che mostrano un’attenzione rara alla poesia contemporanea; infine un epistolario che comprende i maggiori protagonisti della vita letteraria tra le due guerre.

Stacks Image 737
L’avventura di restare.
Le scritture di Elio Pecora
Genova, San Marco dei Giustiniani, 2009.

Un gruppo di studiosi riunito intorno alla figura e all’opera di uno dei maggiori poeti dell’ultimo Novecento italiano.
Stacks Image 742
Persefone.
Variazioni sul mito
Venezia, Marsilio, 2010.

Otto autori per un mito, dall’antichità al Novecento. La favola della vita e della morte, fissata fin dai primordi nel gesto violento con cui Plutone afferra Persefone, nel terrore della fanciulla che distoglie da lui lo sguardo e il volto, nella disperazione della madre Demetra per una perdita che intuisce definitiva, irrimediabile.

Stacks Image 747
Il lampo e la notte.
Per una poetica del moderno
Palermo, Sellerio, 2012.

A partire da un verso di Baudelaire, Roberto Deidier ripercorre alcune linee basilari della poesia moderna e contemporanea, in un’ottica comparatistica, orientato da studiosi come Auerbach e Anceschi, ma soprattutto da poeti-critici come Auden e Brodskij.
Stacks Image 750
Luciana Notari
La pietà e la paura.
Tutte le poesie
Firenze, Passigli, 2010.

La raccolta completa delle poesie edite di Luciana Notari, poeta e organizzatrice culturale prematuramente scomparsa, con un’appendice di inediti.
Stacks Image 1097
Dario Bellezza
Tutte le poesie
Milano,
Mondadori, 2015.

I libri di poesia di Bellezza in un'unica edizione, con un apparato delle varianti a stampa e un'appendice di testi dispersi.
Stacks Image 1601
Navigando destini
La geografia umana di Elio Pecora
Roma,
Empiria, 2017.

Gli  interventi di Deidier su Pecora scelti e ordinati in un percorso monografico che ricostruisce la fisionomia del poeta e dell’intellettuale.
Stacks Image 1605
Sandro Penna
Poesie, prose e diari
Milano,
Mondadori, 2017.

L’opera in versi e in prosa di Penna raccolta in una nuova edizione commentata, con molte pagine inedite che gettano le basi per ulteriori percorsi interpretativi.